Cuffie Whizzer BS1 Recensione

Cuffie Whizzer BS1

27,59€
8

Qualità-prezzo

9.0/10

Qualità del suono

7.8/10

Qualità costruttiva

8.5/10

Qualità cavo

6.5/10

Pro

  • Struttura solida in metallo
  • Design ergonomica
  • Driver a diaframma composito
  • Medi e medio-bassi naturali e musicali
  • Acuti morbidi ed uniformi

Contro

  • Cavo integrato e non removibile
  • Sub-bass sottile

Le cuffie in-ear sono una soluzione confortevole e spesso economica per i nostri viaggi, di piacere o di lavoro. Whizzer è un brand capace di realizzare delle cuffie economiche e ben suonanti, senza la solita forma V-shape che sulla fascia bassa ci tormenta. Tutto questo è riscontrabile nelle cuffie Whizzer BS1, delle auricolari aperte sul retro, con un suono abbastanza piatto e senza spinte forzate sui bassi.
L’aspetto estetico è ben curato, diventando snelle e ben diverse dalle solite IEM dell’ultimo periodo con forma bombate ed ingombranti. Nel dettaglio analizzeremo tutti questi aspetti, passando anche per i tecnicismi nei paragrafi seguenti.

Unboxing

All’interno della confezione delle cuffie Whizzer BS1, troviamo diverse coppie di gommini sostitutivi, in grado di adattarsi a qualsiasi forma ed esigenza di chi le indossa. Non manca infatti una confezione di Easytips dataci in dotazione con l’acquisto. Questi risultano essere molto morbidi sulla coppa laterale e maggiormente rigidi nella forma interna. Infatti la struttura a cilindro che si incastra nell’alloggiamento delle cuffie, è più rigida e serve a calzare meglio e ad offrire maggiore stabilità nelle orecchie. Essendo più lunghe che larghe, consentirà l’inserimento in un numero maggiore di condotti uditivi. Tornando alla dotazione delle cuffie, troviamo una manualistica completa con garanzia e una custodia in tessuto liscia e antipioggia. Questa ha sulla parte alta, un filo per poterla chiudere in maniera semplice. Il cavo in dotazione, infine, è integrato nelle cuffie e non removibile. Una pecca da questo punto di vista ma per il prezzo possiamo chiudere un occhio.

Design

Ideate da J idea, il design è estremamente compatto, con una griglia sul retro per indicarci che si tratta di cuffie “aperte”. Questa parte non è a diretto contatto con la superficie esterna ma protetta da un bordo in rilievo e spesso. Il case è in metallo, con placcatura CNC, curvate e opache con il logo Whizzer stampato su di un lato. Anche l’ingresso jack da 3.5mm è rivestito dello stesso materiale rigido con della gomma resistente nell’attaccatura del cavo. Ciò consentirà al cavo di non spezzarsi in caso di pieghe drastiche. Il materiale di rivestimento del cavo non è molto isolante e resistente. È molto sottile e non favorisce l’ingarbugliamento. Nel complesso un design moderno, con materiali eccellenti per la scocca e meno sul cavo. Solo il cavo avrebbero potuto integrarlo meglio, magari sostituibile. Ma è un compromesso giusto per il prezzo, anche perché il suono è ben oltre le nostre aspettative.

Specifiche tecniche delle cuffie Whizzer BS1

Driver: 13.6mm prodotto da Whizzer, modello di quinta generazione
Impedenza: 18 Ohm
Risposta in frequenza: 20Hz – 20 KHz
Sensibilità: 109 dB/mW
SPL massimo: 110 dB/[email protected]
Distorsione: 3%@101dB(20upa)
Potenza massima: 10mW

Il driver installato è a diaframma composito, realizzato dall’azienda stessa. Dotate anche di un sistema di bilanciamento multi-smorzamento. Quest’ultima è una speciale struttura acustica per la cavità uditiva del nostro orecchio. Molti più smorzatori per un suono più naturale e pulito possibile, in grado anche di ridurre la pressione e di modificarne la forma per una naturalezza anche del condotto. Il materiale utilizzato è composto da una lega di magnesio e alluminio che, grazie alla macchina CNC, sarà liscio e opaco grazie al trattamento finale. Il diaframma largo e sottile consentirà una riproduzione delle basse frequenze in maniera più naturale, con una maggiore dinamica e una risposta in frequenza bilanciata. Molto musicali dal punto di vista del tono, con una ritmica non troppo veloce, ma neanche troppo lenta.

Come suonano le cuffie Whizzer BS1?

Le IEM Whizzer BS1, sono delle cuffie dal costo molto contento, inferiore a 30€. Il suono, comparato al costo, soddisfa pienamente le aspettative, con un suono molto diverso dal tipo V-shape in questa fascia di prezzo. Non hanno un grosso sprint nella parte bassa del suono, ma restituiscono grandi performance sui medio-bassi e sui medi, andando ad esprimere in ogni caso musicalità. Grazie al diaframma composito infatti, il suono risulta essere più pieno e piacevole. Questa neutralità offerta, garantisce un ascolto senza fatica e rilassato. Ribadiamo ciò in maniera tale da consigliarle a chi cerca delle cuffie per rilassarsi con la musica, senza impegno e con un costo decisamente basso. I test sono stati effettuati con diversi amplificatori e dac, portatili e non tra cui spiccano Topping E50 + L50, Ifi xCAN, Earmen Tr-amp e Sparrow.

Bassi

La zona del suono che più mostra apparente fatica, andando a mettere in risalto, con una maggiore pienezza, la zona medio-bassa. Infatti, il sub-bass è sì presente, ma sottile, anche dovuto all’apertura sul retro che non fa risuonare il basso all’interno del nostro condotto uditivo. Anche per questo motivo si tratta di una cuffia adatta per un ascolto rilassato. I medio-bassi al contrario sono ricchi di sfaccettature interessanti, con una pienezza e musicalità da fare invidia a cuffie anche dal costo raddoppiato. Il controllo è buono, così da offrire anche un suono nitido, anche se il palcoscenico non è molto ampio.

Medi

La gamma media è la parte più precisa e nitida del suono, con una giusta calma e compostezza. Le voci sembrano anche un po’ troppo calme, ma rimangono dello spirito di naturalezza e calma voluto dal brand. Gli archi sono ben espressi, con il giusto ritmo. Anche la tonalità e il timbro sono molto naturali. Resta sempre il problema, abbastanza trascurabile visto il costo, dell’ampiezza del palcoscenico. A questi prezzi riescono già ad esprimere molto in termini di naturalezza e musicalità.

Alti

I medio-alti continuano più o meno sulla stessa onda dei medi, anche se salendo ulteriormente perdono un po’ di brillantezza. In ogni caso non sentiamo sibilii fastidiosi, quindi rimane l’espressione calma della scenografia. Per fare un esempio, i piatti suonano, ma non sono molto estesi, vengono stroncati quasi subito ma sentiamo comunque il crash senza diventare un sibilio o rumore fastidioso. Giusta quindi la scelta di stroncare senza rovinare il comparto audio. Gli acuti sono morbidi e quindi uniformi.

Conclusioni

Si tratta di cuffie aperte sul retro, quindi dobbiamo aspettarci una scena maggiormente ristretta, ma comunque con una tonalità morbida e naturale. La dotazione iniziale è completa, non manca neanche una custodia per poterle riporre. Buoni i gommini sostitutivi di diverse grandezze e adatte per più generi musicali. Ha delle pecche, precedentemente elencate, ma anche dei vantaggi non da poco, come la naturalezza, un eccellente medio-basso e una gamma media ben suonante. L’apertura consente un basso ben scandito, anche se meno profondo, ma noi lo consideriamo un vantaggio. Esistono molte IEM V-shape con quelle caratteristiche e queste per fortuna non ne fanno parte. Adatte per lunghe sessioni di ascolto, per rilassarci o concentrarci senza affaticare l’orecchio.

Vi lasciamo il link allo store AliExpress cosicché possiate prendere visione di maggiori dettagli

RisparmiaOnline

Risparmia Online nasce con l’idea di segnalare in tempo reale le migliori offerte, sconti ed i codici sconto presenti sia sul web sia nei negozi fisici.