Switch meccanici Akko differenze e recensione

Switch meccanici Akko

23,99€
9.5

Qualità

9.0/10

Compatibilità e resistenza

10.0/10

Pro

  • Rumorosità bassa per tutti i lineari
  • Qualità elevata per il costo

Contro

  • Singolo pacco insufficiente a coprire una tastiera

Akko è uno dei migliori brand nel mondo delle periferiche, nel settore delle tastiere. La loro particolarità è l’avere un design originale, ispirato anche a cartoni animati (vedi la tastiera di Dragonball da noi testata). Oltre ad essere belle, queste tastiere hanno un’altra caratteristica interessante. Il brand Akko realizza anche Switch proprietari, con le proprie caratteristiche tecniche, diverse da quelli genericamente usati dagli altri brand. Certo, sono molto simili per alcuni aspetti rispetto ai competitors, ma sono presenti delle piccole differenze tecniche, di rumorosità e corsa da tenere in considerazione. Oggi valuteremo queste differenze con alcuni dei loro Switch da noi testati: Switch meccanici Akko Pink V2, Rose Red, Radiant Red.

Unboxing degli Switch meccanici Akko

La confezione di un set di Switch è composta da 45 pezzi, numero insufficiente per coprire un’intera tastiera. Le tastiere al 60% sono generalmente composte da 63 tasti, perciò serviranno due confezioni per coprire l’intera tastiera. Si trovano in confezioni protette da plastica, in maniera tale da non far piegare i pin sul fondo. L’esterno è di cartone rigido, per dare anche un tocco di qualità in più. Riportate esternamente le caratteristiche che andremo ad elencare di seguito.

Specifiche tecniche Switch Rose Red

Tipologia: lineare
Forza necessaria per la digitazione: 43 +/- 5gf
Corsa totale: 3,5 +/- 0,2mm
Pre-corsa: 1,9 +/- 0,3mm
Queste specifiche ci fanno capire che gli Switch meccanici Akko Rose red hanno una corsa molto breve di funzionamento, a meno di 2mm il tasto sarà già digitato. Il rumore prodotto da questi Switch sarà inoltre molto ridotto. Adatti a chi cerca uno Switch senza click, lineare per l’appunto. La forza da applicare per la digitazione completa è ridotta al minimo (esistono pochi Switch che necessitano di meno forza per essere cliccati). Questo genere di pulsanti li reputiamo validi per chi necessita di una tastiera silenziosa e per un uso misto, che sia ufficio o gioco. Il suono derivante da questo pulsante è più acuto rispetto ad un Gateron red. Si preme prima rispetto ad esso, con una pressione simile. Si tratta di un prodotto della stessa fascia, ma con un suono più dolce e una maggiore rapidità.

Specifiche tecniche Switch Radiant Red

Tipologia: Lineare
Forza necessaria per la digitazione: 53 +/- 5gf
Corsa totale: 3,5 +/- 0,5mm
Pre-corsa: 1,9 +/- 0,3mm
Questa volta ci troviamo di fronte ad uno Switch che necessita di essere premuto con una forza maggiore. Una via di mezzo tra uno Switch gateron brown e yellow. Di questi ha la silenziosità del pulsante yellow, una forza che è una via di mezzo tra entrambe e una corsa più breve rispetto ad entrambi. Come utilizzo possiamo consigliarlo a chi utilizza la tastiera per un uso misto, ma con un occhio di riguardo alla scrittura, che sia essa per lavoro, per studio o per diletto. Il suono, trattandosi sempre di una corsa lineare, è delicata e poco rumorosa. Dovendo applicare più forza, sarà leggermente più cupo rispetto allo Switch rose Red di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente.

Specifiche tecniche Switch meccanici Pink V2

Tipologia: lineare
Forza necessaria per la digitazione: 45 +/- 5gf
Corsa totale: 4.0 +/- 0,3mm
Pre-corsa: 1,9 +/- 0,3mm
Rappresenta il compromesso tra gli Switch Radiant Red e rose red. Molto vicino ad uno Switch gateron Red, con pochissime differenze. Un pre-corsa più corto che permette di avere una velocità leggermente superiore. Certo, in generale tra questi due Switch il tempo è relativo, in quanto le differenze sono minime. Anche queste sono adatte per un uso misto, con un leggero occhio di riguardo al gaming. Li stiamo testando da tempo sulla tastiera Akko dragon ball e sono molto soddisfacenti da utilizzare. Veloci e reattivi, sono degli Switch rossi con una qualità superiore.

Conclusioni

Essendo venuto in set da 45 pezzi, sarà necessario acquistare un maggiore quantitativo di pacchi per coprire un’intera tastiera. Se si possiede una tastiera al 60%, basteranno due pacchi, ma nel caso di una Full, quindi col tastierino numerico laterale, i pulsanti F1-F12 e i comandi rapidi e cursori, saranno necessari 3 pacchi. In entrambi i casi però abbiamo il vantaggio dell’economicità di questo cambio switch, oltre ad averne un quantitativo sufficiente di ricambio per molto tempo. Sarà molto difficile danneggiarli, in quanto la loro costruzione è perfetta per calzare bene ad ogni tastiera. Vanno bene anche per quelle retroilluminate, essendo realizzati in plastica trasparente sui bordi. Vi abbiamo fornito le caratteristiche più importanti per una scelta più equa e giustificata. I radiant red sono maggiormente adatti a chi utilizza maggiormente la tastiera per la scrittura. Non per un uso esclusivo della scrittura, ma un uso misto, maggiormente incentrato su di esso. Gli altri due Switch descritti invece sono per uso misto a tutti gli effetti, con delle differenze di rumore e forza necessaria per completare la digitazione di ogni pulsante.

Vi lasciamo il link allo store Amazon Akko con tutti gli switch, così potrete valutare e scegliere lo Switch lineare che preferite. Sullo store ufficiale tedesco, che spedisce anche in Italia, col codice RISPARMIA ONLINE avrete un 10% di sconto su qualsiasi prodotto.

RisparmiaOnline

Risparmia Online nasce con l’idea di segnalare in tempo reale le migliori offerte, sconti ed i codici sconto presenti sia sul web sia nei negozi fisici.

One thought on “Switch meccanici Akko differenze e recensione

Comments are closed.